RAME DI NAPOLI VEGAN

Ingredienti
  • 100 gr di farina di semola* (ho usato una Russello, una varietà di grano antico siciliano)
  • 100 gr di farina Maiorca integrale (o semintegrale* di tipo 2)
  • 170 gr di zucchero* integrale Dulcita (o concentrato di dattero)
  • 125 gr di latte* vegetale a vostra scelta
  • 60 gr di cacao* amaro in polvere dell’Equo Commercio
  • 55 gr di olio* di girasole spremuto a freddo
  • 3 cucchiaini di lievito* o cremor tartaro
  • un cucchiaino di cannella* di Ceylon in polvere
  • 3 o 4 chiodi di garofano polverizzati
  • un pizzico di noce moscata
  • un pizzico di sale* marino integrale
  • scorzette di arancia* o mandarino* qb
  • 125 gr di cioccolato* fondente dell’Equo Commercio
  • olio di cocco* qb
  • granella di pistacchio di Bronte qb

Gli ingredienti contrassegnati con (*) sono Biologici.

 

Preparazione

 

Le rame di Napoli sono un dolce tipico di Catania, consumato durante le festività dei defunti. La tradizione vuole, infatti, che i parenti defunti lo regalino ai bimbi, per essere stati buoni durante l’anno. È un biscotto dal cuore morbido al gusto di cacao, ricoperto di cioccolato fondente. Non si conosce con esattezza l’origine del nome, tuttavia una delle ipotesi più comuni lo fa risalire al Regno delle due Sicilie. Durante l’impero Borbonico, in seguito all’unificazione del Regno di Napoli con il regno di Sicilia, fu coniata una moneta contenente una lega di rame, per sostituire la più ricca lega di oro e argento. Il popolo pensò di creare un dolce che riproducesse tale moneta, inventando la “rama di Napoli”.
La ricetta originale conteneva farina, zucchero, cacao amaro e marmellata di arance ma negli anni sono state apportate diverse modifiche, sia nella dimensione che negli ingredienti utilizzati.
Ecco la mia versione Vegan e speziata; quest’anno prepariamo questi dolcetti ai nostri bambini!

Setacciate le due farine, il cacao, il lievito ed aggiungete tutti gli aromi e lo zucchero. Cominciate a stemperare le polveri con l’olio ed il latte, versati a filo. A seconda della marca delle farine potrebbe essere necessaria una piccola aggiunta di latte. Tenete conto che il risultato dovrà essere semi-denso. Formate i dolcetti versando piccole quantità di impasto, su carta forno. Distanzianteli perchè in cottura si allargheranno. Cuocete in forno statico, preriscaldato a 170°, per circa 10 minuti (fate una prova, dipende dal tipo di forno). Sciogliete il cioccolato fondente, spezzettato, a bagnomaria con l’aggiunta di un paio di cucchiai di olio di cocco per renderla più fluida e lucida. Quando i dolcetti si saranno intiepiditi, rivestiteli con il cioccolato fuso e la granella di pistacchio.